Roma, 3 settembre 2013

Si è svolta quest’oggi la conferenza stampa di presentazione dei vincitori del Premio Etica in Atto presso la Sala della Crociera BiASA MiBAC, promossa dall’Aps Learn To Be Free LTBF Onlus e dal Festival delle Identità, in qualità di Media Partners. Tra i partner del Premio vi sono, inoltre: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Fondazione Antonio Russo, Coop Adriatica e il Premio Agenda Rossa.
A chiusura della sua IV edizione, il Festival delle Identità annovera importantissime collaborazioni tra cui il Premio internazionale Etica in Atto per la nuova drammaturgia ad argomento etico, giunto alla sua V edizione.
Irene Pivetti, Presidente dell’ A.p.s. Learn To Be Free e promotrice del Festival delle Identità, ha sottolineato: «Il Festival delle Identità è un’iniziativa culturale indipendente che vuole promuovere la cultura, i territori italiani e la lingua italiana. Il Premio letterario Luigi Malerba condivide gli obiettivi del Premio Etica in Atto. Noi, italiani, siamo un popolo colto; dobbiamo amare e sostenere la cultura e rendere omaggio alla lingua italiana».
Il Premio Etica in Atto è un concorso per autori teatrali, dedicato al free lance Antonio Russo, che promuove la lingua e i dialetti italiani nel mondo. Il Premio, unico in Europa, nasce dalla volontà del presidente fondatore Doriana Vovola, drammaturga e cultural manager da sempre impegnata nei diritti umani, animali, ambientali ed è promosso dall’associazione culturale-sociale “Le Acque dell’Etica”. Doriana Vovola ha spiegato: «Attraverso la drammaturgia contemporanea in lingua italiana anche di connazionali residenti in Europa e America, arrivano e arriveranno allo spettatore storie di criticità della civiltà umana e il futuro condiviso sarà il risultato di riflessioni e sensibilizzazione. Uno degli obiettivi che occorre prefissarsi è quello dell’autoeducazione per poter affrontare le contraddizioni e le disfunzioni della contemporaneità».
Il premio, sotto l’egida di Beatrice Russo madre del free lance e con madrina Dacia Maraini unisce personalità di spicco del mondo teatrale, accademico e giornalistico in favore dei drammaturghi di nuova generazione.
Emanuela Giordano, Presidente di Giuria del Premio Etica in Atto 2013 e Direttore Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, ha mostrato le problematiche della drammaturgia contemporanea: «Il teatro è vita, ma vi è disinteresse verso i giovani drammaturghi. Purtroppo oggi si forzano i classici tanto da allontanarli dalla loro identità. Dobbiamo arrivare alla gente e avvicinare il teatro grazie agli autori emergenti che raccontano il presente con coraggio».
Gabriele La Porta, giornalista, scrittore e filosofo, già direttore di Rai2 e RaiNotte nonché Membro della Giuria del Premio Etica in Atto 2013, ha, invece, voluto porre l’accento sul pathos che ha accomunato le opere dei finalisti. «Sembra che vi sia una trama segreta tra tutte le opere finaliste. Il tema principale è stato “il femminile” obliato, trascurato, spezzato».
Roberto Fantini, giornalista e scrittore, formatore Edu Amnesty International, responsabile sezione diritti umani alla Free Lance International Press nonché Membro della Giuria del Premio Etica in Atto 2013, ha voluto sintetizzare, citando Albert Einstein, l’importanza del tema etico del Premio che spazia dai diritti umani all’impegno civile, dall’ambiente alla tutela dell’infanzia, fino alla libertà di pensiero e parola e molto altro. «I diritti umani non sono scritti nelle stelle. Sono state mani umane a scriverli. Il teatro e la letteratura hanno avuto un ruolo importante sui diritti umani che sono il risultato di un coro polifonico di voci appartenenti a campi diversi».
Alla conferenza stampa erano presenti due giovani drammaturghi che hanno ottenuto il Riconoscimento della Critica 2013 in ex equo: Luana Rondinelli (Taddrarite) e Daniele Aristarco (La Route).
La cerimonia/evento di proclamazione dei vincitori avverrà a Pescara presso il Palazzo Monumentale Aurum e sarà bipartita in due serate, il 6 e 7 settembre alle ore 21, comprendenti rispettivamente melange di mises en espace delle drammaturgie premiate nelle prime quattro edizioni e la cerimonia di premiazione dei testi vincitori 2013 con dibattiti socio-culturali, mise en espace del testo vincitore e personalità di spicco del mondo teatrale, accademico e giornalistico.

Invito alla conferenza stampa evento – Clicca qui
Comunicato stampa evento – Clicca qui